Gestione dei fornitori e miglioramento del rapporto con i committenti

Gestione dei fornitori e miglioramento del rapporto con i committenti

NUOVO SERVIZIO CONFINDUSTRIALE E CONVEGNO DI PRESENTAZIONE

Giovedì 9 maggio scorso presso la sede di Confindustria Emilia Centro a Modena, è stato presentato il nuovo servizio (gratuito per gli associati di Confindustria Emilia Centro) di supporto alla valutazione dei rischi nella catena di fornitura, al convegno:

CATENE DI FORNITURA
valutazione dei rischi organizzativi
Un nuovo strumento di dialogo tra committenti e subfornitori

Di cosa si è parlato?

Nella tavola rotonda si sono succeduti diversi interventi, di cui a seguire potrete vedere i filmati completi, che hanno avuto uno dei momenti più interessanti nella testimonianza della storica azienda del territorio, Calzoni. L’azienda ha sperimentato questo strumento e lo ha “raccontato”, dal punto di vista della dirigenza, del responsabile di qualità e dell’ufficio acquisti.

Questo strumento può essere considerato il classico “uovo di Colombo” che, rivisto in chiave organizzativa, ha riscosso un grande successo soprattutto  perché è efficace e cambia l’altro gli scenari della filiera di fornitura, accrescendo la cultura d’impresa, aggiungendo opportunità di successo nei confronti della concorrenza e trasformando la catena di fornitura in un network (squadra) “solidale” con gli stessi obiettivi e lo stesso percorso.

Dopo il saluto della presidente della Confindustria, si sono succeduti gli interventi:

• La diagnosi organizzativa UMIQ e il nuovo servizio UMIQfiliere – Gian Franco Poggioli, Confindustria

• Lo strumento UMIQfiliere – il mio intervento – Alberto Mari, Esperto UMIQ e TUV Lead Auditor

• L’esperienza test di UMIQfiliere lato azienda – Gianmatteo Barbieri, Calzoni Srl

• Il ruolo di TUV Italia in UMIQfiliere – Andrea Coscia, Tuv Italia Srl

• Competitività, produttività e supply chain – Emanuele Riva, Accredia

Guarda i video completi

Considerazioni

La catena “cliente-fornitore-sub fornitore-fornitore-cliente” è sempre più allungata e complessa.
Le aziende medio grandi devono crescere in modo flessibile e si affidano alle piccole che rappresentano sempre di più il grosso della produzione in outsourcing.

Due prospettive, due scenari con problematiche diverse che dovrebbero avere lo stesso obiettivo.
Non sempre è così, a volte le aziende scelgono e gestiscono i fornitori con criteri solo parzialmente capaci di prevenire i rischi e spesso i fornitori subiscono le esigenze senza comprendere davvero le priorità.

La squadra deve essere unica, con la stessa partita per raggiungere risultati utili ad entrambi:

l’approccio adottato in questo nuovo strumento e le metodologie che sono state mostrate si basano sul bilanciamento dei rischi in funzione delle specifiche esigenze.
Inoltre la modalità di valutazione non è solo consuntiva, cosa è successo, ma PREVENTIVA, su cosa può succedere.

Questo approccio permette alle aziende, committenti e catene di fornitura, di definire le strategie più corrette e fare miglioramenti mirati ottimizzando le risorse, e sicuramente è stato colto dai presenti al convegno, che hanno manifestato il loro interesse.

I prossimi appuntamenti

Questo incontro è stato il primo di una serie, visto infatti il grande interesse e l’importanza di questo argomento, riparleremo del tema e degli strumenti:

• 24 maggio all’open house di QualiWare
“Strumenti concreti per gestire efficacemente il patrimonio informativo”
presso lo Zanhotel &Meeting Centegross a Bentivoglio a partire dalle 14:00.

Per informazioni e iscrizioni:
https://www.qualiware.it/wp/2019/04/openhouse-2019-strumenti-concreti-per-gestire-efficacemente-il-patrimonio-informativo/

• 30 maggio a Parma
“Da Fornitore a Partner”, workshop gratuito per scoprire come ridisegnare l’intera filiera di fornitura
Presso Sala Convegni A.A.C. Consulting Borgo Paggeria 17/a – Parma

Per informazioni e iscrizioni:
inviare una mail a segreteria@aac-consulting.it

Grazie per l’attenzione, buon lavoro a tutti.

Alberto Mari

Alberto Mari Fondatore e proprietario del brand NCG dal 2000 Dal 90 al 95 ha lavorato per aziende di medie dimensioni con ruoli di responsabilità in organizzazione e sistemi di gestione. Dal 95 con p. iva e dal 98 con la propria società di consulenza opera come consulente direzionale e auditor per sistemi di gestione. Temporary management su strategie, struttura organizzative e gestione delle competenze, membro di ODV 231 per Spa di medie dimensioni nel settore manifatturiero e sw. Lead Auditor riconosciuto AICQ SICEV n 46 - Socio Qualificato APCO-CMC n. 0512-A , operante nell'ambito delle prerogative di cui alla Legge n. 4/2013. Attuale Presidente del terziario innovativo di Confindustria Macerata.

Add Comment