Resoconto del workshop “La nuova norma ISO 9001:2015: meno forma e più sostanza”

NEW-ISO9001-201515.11.2015

Grande partecipazione di pubblico al workshop “La nuova norma ISO 9001:2015: meno forma e più sostanza” tenutosi a Bologna il 10 novembre 2015, e organizzato da AnalysisNCG e Soluzioni,presentato da Unindustria Bologna e con il patrocinio di AccrediaAICQ.

Ha aperto i lavori Gianfranco Poggioli di Unindustria Bologna per un saluto ai partecipanti. La trattazione dei temi è entrata subito nel vivo con Emanuele Riva,  Direttore Accredia – Dipartimento Certificazione & Ispezione, che ha delineato le principali novità presenti nella ISO 9001:2015.
Francesco Bassi di Soluzioni ha poi fornito una panoramica sull’Enterprise Risk Management, che rappresenta un modello di riferimento per applicare concretamente e efficacemente – da parte di tutte le aziende, indipendentemente dalla loro dimensione – il risk-based thinking presente nelle nuove ISO 9001.
Alberto Mari di NCG ha poi approfondito nel merito le novità della nuova norma, e i messaggi innovativi che essa intende dare alla aziende. In particolare si è evidenziata la grande opportunità e necessità allo stesso tempo di far crescere le competenze di tutti gli addetti ai lavori sui temi organizzativi per riuscire ad “attrarre” l’attenzione dei proprietari e manager.
Pier Alberto Guidotti di Analysis ha quindi mostrato come la nuova norma inviti le aziende ad utilizzare le tecnologie ICT per strutturare le informazioni documentate, partendo da un’analisi dell’evoluzione del requisito normativo sulla documentazione a partire dalla prima edizione delle ISO 9001 del 1987.
Ernesto Scurati, responsabile Tavolo Nazionale Formazione AICQ, ha poi fornito una panoramica sulle attività dell’associazione per quanto riguarda la formazione sulla nuova norma e in particolare sui nuovi corsi “40 ore“.
Gianfranco Poggioli ha ripreso la parola per illustrare il metodo UMIQ di Unindustria Bologna come strumento per la diagnosi organizzativa.
Infine Giuseppe Sermasi, delegato del Presidente Terziario Innovativo Unindustria Bologna, ha presentato le attività del settore dell’associazione.

Durante l’incontro sono stati presentati metodi e tools riferiti agli argomenti trattati:

Considerato il grande successo di partecipazione dell’evento, ne è prevista una replica che avrà luogo sempre a Bologna il 3 dicembre 2015.

ncg_qualiware_solizioni

Servizi organizzativi per le imprese

Percorsi e tecniche per ridefinire i modelli manageriali delle nostre imprese. Ridurre i costi preservando agilità ed efficienza
8/11/2013

La sfida che abbiamo voluto cogliere, investendo sempre di più sui temi della consulenza organizzativa, è quella di rendere disponibili metodologie snelle, di buon senso ed economicamente adeguate alle esigenze delle PMI.

Definire il proprio modello di management significa in estrema sintesi:

  • Capire dove andare e che strade percorrere (strategie);
  • Con quali mezzi (struttura organizzativa);
  • E come tenere sotto controllo l’andamento (cruscotti).

In ogni azienda ci sono esigenze diverse e necessità di competenze verticali molto specifiche, ma per tutte ci sono le stesse condizioni di base che vanno soddisfatte:

  • Dove vogliamo andare
  • Chi «fa cosa» all’interno della nostra azienda,
  • Chi «sa cosa», ovvero le conoscenze da tutelare.

Capire questi punti chiave significa ridurre gli sprechi, sfruttare al massimo i saperi disponibili conservando l’agilità di impresa che contraddistingue le nostre PMI, per sfruttare al meglio le forze disponibili per cogliere le opportunità che il mercato potrà offrire.

Scarica il report dell’evento

Gallery Evento