“I Venerdì di NCG”: Mod.3 “chi sa cosa”: mappare le competenze

Perché farlo:

Per fotografare "chi sa fare cosa", la mappatura del patrimonio delle conoscenze aziendali. Per identificare rischi strategici e per fare formazione mirata ottimizzando costi e risultati.

Esperto:

Alberto Mari

Durata:

35-45 minuti

Sede del corso:

Piattaforma GoToMeeting

“I Venerdì di NCG”

Mod 3 : “Come valutare –chi sa cosa– : mappare e gestire le competenze”

I Venerdì di NCG sono incontri gratuiti con i nostri esperti, mettiamo a disposizione le nostre esperienze e metodologie. Ciascun modulo prevede poca teoria, esempi concreti di applicazioni svolte nelle aziende e condivisione di strumenti disponibili on line o forniti da noi sempre gratuitamente.

Si tratta di formazione a soggetti esperti, noi non siamo docenti ma strumenti da utilizzare al meglio. Questa modalità, per essere efficace ed assicurare una interazione diretta con noi, prevede un limitato numero di partecipanti per ciascun incontro.

Ne faremo quanti ne serviranno! Noi ci siamo e speriamo di essere d’aiuto per tutte le PMI che stanno resistendo e che dovranno risalire la china.

Questo modulo formativo permette di:

“Comprendere come misurare e valutare le competenze del personale aziendale”:

  • Per misurare i rischi di concentrazione o carenza di competenze.
  • Per valutare la flessibilità delle persone.
  • Per identificare le conoscenze più importanti.
  • Per individuare i gap formativi
  • Per effettuare la formazione mirata rispetto alle esigenze e i ruoli.

Serve per fotografare il “chi sa fare cosa“. Anche nelle PMI è fondamentale investire sul patrimonio delle conoscenze delle persone in modo strutturato.

NB: si consiglia di partecipare a questo modulo dopo aver frequentato il modulo 2 sulla identificazione e misurazione delle attività.

Mappare le competenze in azienda può essere complesso, i metodi che prevedono l’identificazione delle conoscenze per ciascuna attività in funzione dei ruoli sono molto analitici ma onestamente di difficile applicazione, in particolare nelle PMI.
I sistemi che abbiamo sperimentato e che condivideremo sono velocemente applicabili, permettono di avere un quadro pratico e utile anche se meno analitico. Sono metodologie utilizzate da tempo, funzionano e ve lo faremo vedere.

Individuare e misurare le competenze è il secondo passo fondamentale dopo aver identificato le attività.

Il modulo risponde alle seguenti domande:

Chi sa cosa?
Quanto dipendiamo dalle singole persone?
Stiamo spendendo bene il tempo e i soldi per la formazione?
Quanto siamo flessibili?

Sono domande che gli imprenditori si pongono spesso ed è difficile rispondere in modo concreto senza imbarcarsi in progetti costosi e complessi.

Esistono dei modi, meno analitici e complessi, ma più che validi per attuare anche nelle PMI queste analisi. Questi sistemi di valutazione sono utilissimi e permettono di produrre risultati in tempi rapidi ed in modo efficace. Durante la sessione faremo vedere metodi e strumenti consolidati che hanno dimostrato una grande utilità.

In pratica:
–  Riprenderemo i concetti base del “sapere, saper fare e sapere essere” per chiarire gli obiettivi e gli strumenti da usare per intervenire su questi assett.

–  Chiariremo la differenza fra attività funzioni e processi che spesso crea confusione e fa perdere tempo su cose inutili a livello operativo.
–  Mostreremo un caso d’uso reale di mappatura di competenze per attività svolto con lo strumento SkillOne (https://www.ncg.it/skillone/).
–  Spiegheremo e rilasceremo un tool in Excel, usabile da subito in azienda, per effettuare il rilievo delle competenze in modo semplice che vi consentirà di  fare analisi dei dati, innescare riflessioni e miglioramenti.


Destinatari: Imprenditori, manager responsabili dell’organizzazione, qualità, risorse umane.

Per iscriverti clicca qui