Logo RiskOne Intagible GIALLO su bianco

Come valorizzare gli asset intangibili "Organizzativi"

Il valore dell’organizzazione

Per la prima volta un metodo che oggettiva il valore dell’organizzazione

Una integrazione innovativa per il mondo delle acquisizioni e vendite

La rivoluzione per i sistemi di gestione per la qualità

Sei un Investitore o un advisor

RiskOne Intangible: la metodologia per misurare il valore dell’organizzazione aziendale

Quanto vale una buona organizzazione aziendale?

Decidere di vendere o comperare una azienda in tutto o in parte è una scelta molto complessa e l’istinto dell’imprenditore spesso si trova a dover combattere con numeri e realtà che possono non piacergli. Il tema degli asset intangibili è molto ampio e dibattuto. Sono consolidate le tecniche di valutazione patrimoniali finanziarie e reddituali e quelle dei cd. assett intangibili specifici quali brevetti, marchi e brand. C’è un terzo tipo di asset intangibili che normalmente influenzano le decisioni finali sul “giusto” valore: gli asset intangibili organizzativi.
Finalmente un metodo che permette di valorizzare quegli elementi delle organizzazioni che ne caratterizzano la sostenibilità e la qualità nel tempo.

Sei un responsabile qualità 

RiskOne Intangible: finalmente un modo per dimostrare quanto vale un buon sistema di gestione ISO 9001

Quanto vale un buon sistema qualità ISO 9001?

Nella pratica esistono metodi consolidati per valutare le imprese partendo dai bilanci e tenendo in considerazione tutta una serie di asset immateriali come marchi e brevetti. Quello che non si riesce a misurare è il valore di una organizzazione aziendale che nel suo insieme accoglie persone obiettivi regole e sistemi che ne fanno un unicum imprescindibile e tanto forte quanto la somma di tutti questi aspetti. Probabilmente per la prima volta è stato sviluppato un metodo che ci permette di dare il giusto valore economico anche gli aspetti organizzativi.
Una rivoluzione che permetterà di dimostrare il valore di un buon sistema di gestione per la qualità.

Sei un imprenditore che deve affrontare il passaggio generazionale

RiskOne Intangible: finalmente un metodo per individuare gli elementi dell’organizzazione da valorizzare o strutturare

Come capitalizzare l’organizzazione informale per garantire la continuità d’impresa?

Nelle nostre imprese spesso è ancora presente chi le ha fondate o i figli che sono cresciuti in azienda clonando in qualche modo gli stili di comando e proseguendo la gestione con i metodi impostati.
L’errore più frequente quando ci si trova a dover sostituire una persona strategica è analizzarne i compiti per fare il “mansionario” di chi dovrà sostituirla.
Ciò che va fatto è comprendere i processi, insieme di attività che hanno lo stesso obiettivo, e strutturare strumenti e regole che permettano di “scaricare a terra” i saperi e le prassi delle persone, acquisiti nel tempo.
Per avere un quadro delle priorità di intervento è necessario avere strumenti semplici ma efficaci che forniscano l’elenco degli elementi organizzativi sui quali lavorare.

Le origini del metodo di valutazione

Dopo 30 anni di esperienza “sul campo” grazie alle imprese clienti, negli ultimi 12 abbiamo sviluppato sistemi di diagnosi organizzative. Partendo dal nostro RiskOne®, abbiamo contribuito a sviluppare UMIQ di Confindustria Bologna ora Emilia Centro per arrivare fino all’ultima esperienza del progetto AssoCheck di Confindustria Macerata in collaborazione con l’Università di Macerata e l’ISTAO.
Queste diagnosi ci hanno permesso di identificare forze e debolezze delle imprese che abbiamo decodificato in “domande” che ci permettono di valorizzare i risultati tramite un peso ed un giudizio.
Alla luce del recente interesse per le valutazioni delle imprese ci siamo posti il problema di come valorizzare gli aspetti delle organizzazioni che difficilmente si prestavano ad essere misurati in modo oggettivo.
Il passaggio è stato scontato, per quanto non così immediato: per ciascuna delle domande che negli anni avevamo sviluppato ci siamo posti nella prospettiva dell’intangibile che c’era dietro!

Il metodo RiskOne® Intangible

Ad oggi abbiamo individuato 49 asset intangibili organizzativi che ci fanno da driver per fotografare lo stato dell’organizzazione.
Gli asset sono suddivisi in 11 ambiti:
1_Strategia e obiettivi
2_Struttura organizzativa
3_Mercati e vendite
4_Fornitori
5_Persone
6_Competenze
7_Portafoglio prodotti / R&S
8_Programmazione e produzione
9_Controllo qualità
10_Impianti infrastrutture e logistica

Tutti gli asset prevedono la definizione di un livello di importanza (impatto dell’aspetto sull’organizzazione) da 1 a 5 e di un giudizio (valutazione dello stato di presidio da parte dell’impresa dell’asset analizzato) da -3 a +3.

Il report

La prima parte del report riporta il valore assoluto emerso (scala -100 +100) ed il radar chart della percentuale media di adeguatezza organizzativa raggiunta dagli asset per ogni ambito di analisi.

 

Nella seconda parte il report riporta, per ciascun asset, il livello raggiunto ed il massimo raggiungibile per la specifica azienda.

Assunti di base del modello di calcolo

Il rating finale complessivo (derivante dall’analisi dei singoli aspetti) ha l’obiettivo di fornire una valutazione che va da -100 a +100 come fattore moltiplicativo complessivo.
Tale fattore moltiplicativo può essere legato alla % che preventivamente si intende assegnare al valore degli asset intangibili organizzativi.
Lo scopo è quello di calcolare un valore economico d’impresa finale partendo dalla valutazione classica con metodi indiretti e diretti (empirici) e degli asset intangibili cd. “specifici”.
Per quanto riguarda la % del valore assegnabile, il modello permette la definizione libera di un valore scelto, noi ci siamo basati sul documento “Osservatorio Accredia 01_2020 – Accreditamento e certificazioni. Valore economico e benefici sociali” che dimostra un vantaggio del +30% del MOL nelle aziende con sistemi qualità certificati rispetto a quelle senza.
Un’azienda che ha capitalizzato tutti gli asset intangibili che abbiamo previsto riteniamo che abbia un incremento di valore di almeno il 40% rispetto alle valutazioni “tangibili”.

Prova gratuitamente RiskOne Intangible Light

Lo strumento di autovalutazione messo a disposizione gratuitamente è una versione “Light”. Restituisce una fotografia sui punti di forza e debolezza da valutare per incrementare il valore dei propri asset intangibili organizzativi. Non restituisce un risultato utile alla valorizzazione quantitativa degli asset intangibili organizzativi.
Nella versione gratuita on line, tutti gli aspetti oggetto di valutazione prevedono la definizione di un giudizio (valutazione del grado di presidio da parte dell’azienda dell’assett intangibile organizzativo analizzato) da -3 a +3. Le evidenze rappresentate nei grafici sono il risultato delle rielaborazioni dei giudizi espressi per ciascun aspetto.

Come ottenere RiskOne Intangible?

L’approccio NCG prevede un primo incontro informativo, assolutamente gratuito e senza impegno, con i nostri esperti presso la vostra sede per conoscerci e valutare le vostre esigenze al fine di definire il percorso migliore, personalizzato, su misura per la vostra PMI.

Per avere maggiori informazioni:

Richiedi Informazioni